Menu

Osservatorio Meteo-Climatologico Antartico
Chi siamo -> Come lavoriamo

Sollevamento di una stazione meteorologica

Le immagini mostrano le operazioni per il sollevamento della stazione Modesta, sul ghiacciaio Priestley, ritrovata sotto circa un metro di innevamento.
 
Questa operazione viene generalmente effettuata ogni due o tre anni a seconda dell'accumulo medio di neve caratteristico del sito.

È necessario rimuovere alcuni metri cubi di neve scavando con delle pale. Sotto la neve, oltre al basamento del traliccio, si trova la cassa contenente le batterie che deve essere anch'essa sollevata e riposizionata. Una volta liberata la cassa dalla neve vengono scollegati e recuperati i cavi di alimentazione della stazione, ponendo molta attenzione a non danneggiarli con le pale. A questo punto si può iniziare a sollevare la pesante struttura.

Vengono prima rimossi i sensori che potrebbero danneggiarsi durante l'operazione. Una persona sale sul traliccio e altre tre si posizionano in corrispondenza degli stralli.
Un elicottero si alza in volo per agganciare il traliccio; iniziano le fasi più delicate e l'operatore è ora molto vicino all'elicottero!

Agganciato il traliccio l'operatore si allontana, gli altri iniziano a sganciare gli stralli mentre l'elicottero, in volo immobile in un punto fisso (tecnicamente in hovering), tiene la fune in tensione. Questa è una fase delicatissima, gli stralli devono essere mantenuti fino al completo disancoraggio del traliccio e rilasciati poi contemporaneamente per evitare torsioni che potrebbero essere pericolose sia per il personale a terra che per l'elicottero. Il pilota, inoltre, in quell'istante non ha la visuale di cosa accade sotto di lui e resta perciò costantemente in contatto radio con il secondo elicotterista che, da terra, gli indica cosa fare.

Terminata l'operazione l'elicottero si allontana con il traliccio e la neve superficiale viene ricompattata per la nuova installazione. Di nuovo una fase complessa, l'elicottero torna a stazionare sul posto appoggiando delicatamente il traliccio al suolo, tre persone ruotano il traliccio nella corretta posizione, afferrano gli stralli e li fissano. A questo punto l'elicotterista può mollare la fune e atterrare a distanza di sicurezza.
Viene rimontata la strumentazione ed è fatta, missione compiuta!