Menu

Osservatorio Meteo-Climatologico Antartico
Chi siamo -> Storia

Storia

Nel dicembre del 1985 parte la prima spedizione italiana in Antartide con l'obbiettivo di scegliere il luogo migliore per costruire la futura Base; sulla collina che guarda Baia Terra Nova nasce il primo campo remoto costituito da poche tende. Per monitorare le condizioni atmosferiche viene installata la prima stazione meteorologica automatica (AWS) chiamata Eneide e vengono effettuati i primi radiosondaggi; il sito prende perciò il nome di Campo Meteo. Ha così origine, sotto la guida di Andrea Pellegrini, l’Osservatorio Meteo-Climatologico Antartico che da allora si occupa di installare e manutenere la strumentazione meteorologica. Nel 2002, da un'idea di Paolo Grigioni e con la collaborazione di Umberto Gentili, nasce la prima banca dati climatologica antartica e parallelamente il sito web. Nel 2012 Paolo Grigioni assume l'incarico di responsabile dell'Osservatorio.
 
Di seguito una breve descrizione delle principali attività dell'Osservatorio svolte nel corso degli anni:

CRONOLOGIA
XXXII Spedizione (2016-2017): Giuseppe Camporeale, Lorenzo De Silvestri, Stefano Dolci, Paolo Grigioni, Marco Proposito e Claudio Scarchilli
A Cape King è stato sostituito il traliccio di 10 m dell'AWS Alessandra con uno nuovo di 3 m.
L'AWS Irene viene definitivamente rimossa dal sito di Sitry.
L'AWS Paola a Talos Dome viene sostituita con una nuova stazione simile a quella recuperata da Sitry.
Sono state sviluppate procedure per inviare in Italia le immagini della SkyCam.
XXXI Spedizione (2015-2016): Giuseppe Camporeale, Virginia Ciardini, Lorenzo De Silvestri, Stefano Dolci, Paolo Grigioni e Claudio Scarchilli
Installata a Campo Meteo una SkyCam Moonglow per l’acquisizione delle immagini della volta celeste per lo studio della copertura nuvolosa.
L'AWS Modesta sul Nevaio Priestley è stata sollevata a causa di innevamento.
L'AWS Virginia è stata installata nel settore meridionale di Inexpressible Island.
XXX Spedizione (2014-2015): Giuseppe Camporeale, Lorenzo De Silvestri e Riccardo Schioppo
Installata la nuova stazione anemometrica Arianna sul Ghiacciaio Larsen.
L'AWS Zoraida sul Ghiacciaio Priestley ha subito un grave guasto ed è stata riparata con la sostituzione dell'hardware.
Installato a Oasi un disdrometro ottico per la misura della precipitazione a Mario Zucchelli.
L'AWS Lucia sul Ghiacciaio del Larsen è stata sostituita con una stazione equipaggiata con strumentazione e hardware nuovi.
XXIX Spedizione (2013-2014): Giuseppe Camporeale, Lorenzo De Silvestri, Antonio Iaccarino, Marco Proposito e Riccardo Schioppo
L'AWS Paola a Talos Dome è stata spostata di circa 7 km e posizionata vicino al campo base in prossimità della pista di atterraggio.
L'AWS Giulia a Mid Point, sul Plateau, è stata sollevata a causa dell'innevamento.
Sul Priestley Névé è stato sostituito il traliccio di 10 m dell'AWS Modesta con uno nuovo di 3 m.
Sostituita l'AWS americana Manuela a Inexpressible Island con una nuova stazione dell'Antarctic Meteorological Research Center, Università del Wisconsin–Madison (USA).
XXVIII Spedizione (2012-2013): Giuseppe Camporeale, Lorenzo De Silvestri, Antonio Iaccarino, Claudio Scarchilli e Riccardo Schioppo
Installato temporaneamente a Campo Antenne (nei pressi della Base Mario Zucchelli) un Sodar per lo studio del campo di vento durante la campagna estiva.
Installate cinque nuove AWS nell'area della futura pista di atterraggio permanente, denominate K1, K2, K3, K4, K5.
XXVII Spedizione (2011-2012): Giuseppe Camporeale, Lorenzo De Silvestri, Antonio Iaccarino, Claudio Scarchilli e Riccardo Schioppo
Assemblata sul pack, in prossimità della pista di atterraggio dei Twin Otter, la nuova AWS portatile (Vaisala TacMet®).
Installato temporaneamente sul Ghiacciaio Larsen un nuovo strumento per misurare il trasporto della neve (Snow Particle Counter) in collaborazione con l'Università di Nagoya.
Installati a Campo Meteo nuovi sensori per la misura della radiazione solare e infrarossa.
XXVI Spedizione (2010-2011): Giuseppe Camporeale, Antonio Iaccarino, Claudio Scarchilli e Riccardo Schioppo
L'AWS Zoraida sul Ghiacciaio Priestley è stata spostata di circa 50 metri a causa della presenza di crepacci nell'area circostante.
L'AWS Modesta sul Priestley Névé è stata sollevata a causa dell'innevamento.
XXV Spedizione (2009-2010): Giuseppe Camporeale, Claudio Scarchilli, Riccardo Schioppo e Gianluca Venanzi
La stazione Bravo, smontata dal pack a chiusura pista, è stata montata presso la pista di atterraggio di Enigma Lake.
Sostituito il sistema di radiosondaggio Vaisala MARWIN® con il nuovo sistema Vaisala DIGICORA III®.
XXIV Spedizione (2008): Giuseppe Camporeale, Lorenzo De Silvestri e Claudio Scarchilli
L'AWS Rita di Enigma Lake è stata sostituita poiché il traliccio da 10 m è stato piegato dai forti venti catabatici durante l'inverno.
La vecchia AWS Lucia, sul Ghiacciaio del Larsen, è stata sostituita con una nuova AWS.
XXIII Spedizione (2007-2008): Lucia Agnoletto e Umberto Gentili
Realizzata la nuova AWS Alfa che sostituisce quella anemometrica.
L'AWS Jennica viene rimossa.
Il driftometro viene spostato da Mid Point al Ghiacciaio Larsen e posizionato vicino a quello già presente in quel sito.
XXII Spedizione (2006-2007): Lorenzo De Silvestri e Stefano Dolci
Installata la nuova AWS Lucia sul Ghiacciaio Larsen; accanto a Lucia viene installato un nuovo driftometro.
Installata una nuova stazione anemometrica chiamata Enigma sulla pista di atterraggio di Enigma Lake.
XXI Spedizione (2005-2006): Lucia Agnoletto, Lorenzo De Silvestri, Stefano Dolci, Antonio Iaccarino, Marco Proposito e Claudio Scarchilli
Installati due nuovo driftometri, uno a Talos Dome e l'altro a Mid Point.
Realizzato il software di acquisizione dei dati trasmessi dalle AWS via radio modem e Iridium.
XX Spedizione (2004-2005): Giulia Clai, Stefano Dolci, Umberto Gentili e Marco Proposito
Con la XX spedizione inizia l'attività dell'Osservatorio anche presso la Base Concordia situata sul Plateau nel sito di Dome C; viene installato un sistema di radiosondaggio e una nuova AWS denominata Concordia.
XIX Spedizione (2003-2004): Lucia Agnoletto, Lorenzo De Silvestri, Umberto Gentili e Marco Proposito
Su ognuna delle AWS presenti sul plateau, Giulia, Irene e Paola, viene installato un telefono satellitare IRIDIUM per la trasmissione dei dati in Base.
XVIII Spedizione (2002-2003): Umberto Gentili, Paolo Grigioni, Andrea Pellegrini e Marco Proposito
Installata una nuova AWS, Paola in località Talos Dome.
L'AWS Sofia viene spostata dal Nansen Ice Sheet al Ghiacciaio David e rinominata Sofiab.
Viene installato a Mid Point un driftometro per misurare il trasporto della neve.
Realizzata a Campo Meteo la baita in legno sede dell'Osservatorio.
Nasce il sito web Climantartide per la pubblicazione dei dati climatologici raccolti in Antartide e disponibili online.
XVII Spedizione (2001-2002): Lorenzo De Silvestri e Andrea Pellegrini
Installata la nuova AWS, Irene a Sitry.
XVI Spedizione (2000-2001): Lorenzo De Silvestri, Paolo Grigioni e Andrea Pellegrini
Realizzata una nuova AWS destinata al sito Sitry e montata in fase di test in Base.
XV Spedizione (1999-2000): Paolo Grigioni e Andrea Pellegrini
Installata una nuova stazione anemometrica, Minni, sulla pista di atterraggio realizzata presso il Browning Pass.
XIV Spedizione (1998-1999): Lorenzo De Silvestri e Paolo Grigioni
Installata una nuova AWS chiamata Penguin a Edmonson Point.
XIII Spedizione (1997-1998): Lorenzo De Silvestri e Paolo Grigioni
Installate due nuove AWS, Maria sul Monte Browning e Giulia a Mid Point.
XII Spedizione (1996-1997): Lorenzo De Silvestri e R. Siverio
L'AWS Rita è stata spostata a Enigma Lake in sostituzione della vecchia stazione anemometrica Aeroporto.
Installata una nuova AWS su un mezzo utilizzato durantre la traversa dell' International Trans-Antarctic Scientific Exploration (ITASE).
XI Spedizione (1995-1996): Claudio Giudici e Paolo Grigioni
Ottimizzazione delle procedure di comunicazioni fra le AWS e la Base.
X Spedizione (1994-1995): Lorenzo De Silvestri
Sostituzione del sistema di alimentazione nella maggior parte delle AWS con potenziamento delle batterie e dei pannelli fotovoltaici.
IX Spedizione (1993-1994): Paolo Grigioni e Roberto Sarao
Installate due nuove stazioni anemometriche, Alfa e Bravo, sulla pista di atterraggio realizzata sul pack.
Installato in Base un nefoipsometro per misurare l’altezza della base delle nuvole.
Durante la manutenzione di Lola sul Tourmaline Plateau, fu coinvolto in un grave incidente Roberto Sarao. Il PNRA nel luglio del 1997 ha richiesto al Comitato per i Nomi Geografici Antartici di nominare il luogo “Sarao Point”.
VIII Spedizione (1992-1993): Lorenzo De Silvestri
Installata una nuova stazione anemometrica, chiamata Aeroporto a Enigma Lake.
VII Spedizione (1991-1992): Roberto Sarao
Installata una nuova AWS, Jennica presso la Base Mario Zucchelli.
Aggiornate e potenziate diverse stazioni che passano dalla memorizzazione tri-oraria a quella oraria.
VI Spedizione (1990-1991): Lorenzo De Silvestri e Paolo Grigioni
Installata la nuova AWS Silvia a Cape Phillips e una nuova stazione anemometrica Elipad presso l'eliporto della Base.
V Spedizione (1989-1990): Claudio Giudici e Roberto Sarao
Installate due nuove AWS: Lola sul Tourmaline Plateau e Arelis a Cape Ross.
IV Spedizione (1988-1989): Lorenzo De Silvestri
Installata una nuova AWS in Base chiamata Rita.
III Spedizione (1987-1988): Lorenzo De Silvestri, Claudio Giudici e Roberto Sarao
Installata una nuova AWS sul Priestley Névé chiamata Modesta.
II Spedizione (1986-1987): Andrea Pellegrini e Roberto Sarao
Installate tre nuove AWS: Sofia sul Nansen Ice Sheet, Zoraida lungo il Ghiacciao Priestley e Alessandra a Cape King.
Su ogni AWS viene montato un trasmettitore satellitare (ARGOS) per inviare in Italia i dati raccolti.
Vengono installati un ricevitore di immagini satellitari (NOAA), un ricevitore HF per carte meteorologiche e un sistema di radiosondaggio per l'acquisizione di dati atmosferici.
I Spedizione (1985-1986): Massimo Frezzotti e Andrea Pellegrini
Viene installata a Campo Meteo la prima AWS chiamata Eneide.